Bepo Negjedi allenerà il Campagnola

Come al solito, tra la fine di un campionato e l’inizio di quello successivo, sono molte le voci che si rincorrono in tema di campagna acquisti. Alcune sono confermate, altre smentite ed altre ancora completamente campate in aria. E’ un giochino che fa infuriare qualcuno, fa sorridere qualche altro ed incuriosisce molti. Noi, naturalmente, stiamo al gioco, cercando di seguire tracce ed indizi e, perché no, dichiarandoci disponibili ad ascoltare qualsiasi “soffiata” …  Proviamo a dare una prima occhiata, allora, a quello che bolle (o è già a buon punto di cottura …) in pentola.

PRIMA CATEGORIA

La tendenza generale sembra quella di cambiare conduzione tecnica. Probabilmente le disponibilità per intervenire in maniera decisiva sul mercato si riducono anno dopo anno ed allora (visto anche che i bravi giocatori chi li ha se li tiene) si cerca di rinfrescare tattiche e stimoli, affidando ad un nuovo tecnico la missione di rivitalizzare manovra ed ambiente.
Al momento, ci sono stati diversi avvicendamenti sulle panchine della massima serie: tra i nomi confermati ci sono quelli di Zearo (Cedarchis), Ortobelli (Real), Corti (Cavazzo), Carnelutti (Castello) e Danieli (Sappada).
Allenatori nuovi di zecca, invece, per Villa (Barburini), Mobilieri (Paolo Di Lena), Campagnola (Negyedi), Ovarese (De Antoni) e Pontebbana (Biasizzo). Restano infine 4 squadre che ancora non hanno definito i dettagli: è il caso del Bordano (Aurelio Picco resta o no?), del Trasaghis (Fedele non è così sicuro di restare in panchina), dell’Illegiana (Carletto Damiani pare abbia già dato il suo assenso ma manca l’ufficialità) ed infine il Cercivento, dove dovrebbe arrivare, dalla Velox, Luca Craighero, ma mancano conferme. Per quanto riguarda i giocatori, i colpi più significativi sono quelli del Cedarchis (preso Nieddu, molto vicino Gabriele Fabiani della Velox), dell’Ovarese (arriverà Omar De Infanti) e dei Mobilieri (Belgrado è già in gialloblu, Nicola Boria potrebbe diventarlo), del Cavazzo (arrivano Ivan Cisotti già Verzegnis e San Daniele) e Venchiarutti (dal Verzegnis). Due colpi pesanti potrebbe averli messi a segno anche il Villa: la squadra arncione, il prossimo campionato, infatti, accanto a De Prophetis, potrebbe schierare Piu e Lancerotto, per un tridente che sulla carta sembra da favola!

SECONDA CATEGORIA

Anche qui, volti nuovi in panchina. Almeno la metà delle 14 squadre iscritte avrà un nuovo tecnico. Iniziamo con le tre retrocesse dalla Prima: A Moggio stanno cercando il sostituto di Brollo (si fa qualche nome, ma niente di sicuro, per ora), mentre la Velox (con Giacomo Di Gleria) e la Folgore (con Adelchi Mazzolini) hanno già risolto il problema. Novità anche ad Amaro, dove approda Max Martina, e a Raveo, dove a guidare il Rapid arriva Spiluttini. Anche l’Edera (Goi) e l’Arta (Mauro Di Lena) sembrano già certe delle loro scelte. Confermatissimi i tecnici di Timaucleulis, Ancora, Paluzza e Comeglians, mentre non trapelano indiscrezioni dall’Audax e dal San Pietro.
Per quanto riguarda la campagna acquisti, beh, non ci sono dubbi che la corona di regina del mercato spetti alla Folgore. Dopo aver ridisegnato l’assetto societario (presidente sarà Corrado Tomat) la società biancorossa ha messo a segno una serie di colpi impressionanti: ad Invillino arriveranno di sicuro Massimo Gressani, Vincenzo Radina, Denny Lessanutti e Giulio Crea, ai quali potrebbero aggiungersi Degli Uomini e De Cristofano, mentre è di fatto ufficiale il ritorno di Patrick Adami. Praticamente una corazzata, insomma, tanto che verrebbe da dire che la lotta promozione per quest’anno sarà ridotta a soli due posti …

TERZA CATEGORIA

Per quanto riguarda questa categoria, non ci sono notizie certe. Radio bar ci informa che un paio di squadre (Val Fella e Verzegnis) hanno grossi problemi di organico e stanno seriamente pensando alla possibilità di non iscriversi. L’impressione è che alla fine la passione e l’impegno di chi da anni tira avanti la baracca in quelle realtà abbia la meglio e che quindi vedremo le due squadre ai nastri di partenza. Così come ci sarà il Ravascletto: la squadra biancoverde sembrava in difficoltà ed invece è arrivata prontissima la smentita del presidente Ermes De Crignis che ha assicurato la partacipazione dei biancoverdi ak prossimo torneo. “Sarà una squadra giovane e con tanto entusiasmo” ha rassicurato De Crignis e siccome lo conosciamo non abbiamo il minimo dubbio che la squadaìra avrà la sua stessa grinta e la sua stessa voglia di fare.Per quanto riguarda i nomi, si preannunciano grandi manovre al Fusca e a La Delizia.