Daniele Kravanja

Riceviamo e pubblichiamo molto volentieri una lettera che i giocatori del Malborghetto hanno voluto scrivere per il loro presidente. Davvero un bel gesto.

Se un tifoso da un giorno all’altro iniziasse ad interessarsi al campionato carnico masticherebbe quei soliti nomi che tutti noi calciatori e addetti ai lavori in tanti anni abbiamo imparato ad apprezzare e ad imitare: Zearo, Boreanaz, Nygedy, Coradazzi et etc….
Ma il bello di questo particolare campionato è un altro, ci sono delle persone che lavorano nell’ombra con poche soddisfazioni al punto di vista calcistico e molte soddisfazioni dal punto di vista umano.
Una di queste e sicuramente la figura del nostro amatissimo Presidente Kravanja.Quando nel 2010 riuscì ad iscrivere la squadra del suo paese in molti pensarono che fosse pazzo. Lo squadrone dei vari Gregorutti, Anzilutti, Narduzzi e Vinci era solo un lontano ricordo, i nomi che si presentavano all’appello erano molto più “piccoli” ed erano anche pochi com’era poco il tempo che era rimasto per fare mercato.
Il Presidente si diede da fare e riuscì a presentare una squadra, i risultati non ci furono, ma già il fatto che Malborghetto ha una squadra nel Carnico deve far pensare che in questo momento è già un successo.
Questo anno passato doveva essere l’anno del consolidamento con una rosa più ampia e dei risultati più dignitosi, invece molte difficoltà sono sorte, molti anno abbandonato la nave che affondava ma non lui non Kravanja… Lui è restato, lui è stato l’appiglio, lui ad un certo punto è diventato presidente,allenatore e se l’età lo avesse consentito anche giocatore ( a noi ci racconta sempre che era forte e che giocava nella primavera dell’Udinese poi non ha continuato a causa del classico infortunio)…La squadra o quello che era restato lo ha seguito, si è battuta ed è riuscita a fare un’ultima parte di stagione dignitosa. Questo noi giocatori, dirigenti e pubblico lo dobbiamo al nostro Pres. In certe partite per il Malborghetto si contavano 7 fuoriquota titolari…Possiamo capire tutti come la figura simpatica e ironica(le sue barzellette su alcol e donne sono molto apprezzate) sia diventata quasi un secondo padre per molti ragazzi.
Ricordiamoci sempre che senza squadre come il Malborghetto, senza presidenti come Kravanja il campionato carnico non avrebbe senso e forse nemmeno si potrebbe giocare… Forse i gol Granzotti non li farebbe ad Arta Terme ma in qualche paese della bassa friulana….. E poi, che bello vederti felice, gioire con noi dopo quel pareggio con il Fus-Ca, per noi quella era stata la settimana più difficile dei nostri due anni di campionato, eri proprio contento. Per chiudere vorremmo ringraziare, il nostro mister Giorgio Castellari, mamma mia quante cose ci ha insegnato in così poco tempo, una persona fantastica con tanta voglia di lavorare…. Mister non dimenticarti che ad aprile inizia il campionato, eh. Ringraziamo anche tutti quei dirigenti che hanno lavorato dietro le quinte, la grandissima Elena (quanta passione per il calcio) Michelino che ci sosteneva e ci caricava prima delle partite, rocco il nostro barista, Cesare il grandissimo guardaline, e tutte quelle persone che ci aiutavano. Ora passiamo a salutare il NOSTRO Presidente Kravanja, quello che sta facendo a Malborghetto è un gesto d’amore per il suo paese che in pochissimi avrebbero avuto il coraggio di fare. Ed è per questo che ti ringraziamo per tutto quello che stai facendo per noi. Grazie presidente. I tuoi ragazzi.